chiacchiere · In salotto

Stanca e preoccupata, ma ottimista, sempre

Foto di Jill Wellington da Pixabay

Sto attraversando un periodo di grande stanchezza fisica e mentale. Mia madre ha avuto una trombosi alla gamba sinistra ed io sto andando tutti i giorni da lei, perché ha bisogno di assistenza. Non ha nessun altro a parte me e, di conseguenza, sono l’unica che può occuparsene. E’ diventato un lavoro a tempo pieno. Vado da lei alle 8 ,30 e vado via alle 14,00, per poi tornare il pomeriggio, quando devo portarla a fare i controlli. Mio figlio ha ripreso la scuola in presenza ed esce alle 14,20 e, mentre vado a prenderlo, torniamo a casa e pranziamo, già è ora di iniziare i compiti. Le giornate stanno volando così e mi ritrovo di sera senza nemmeno rendermene conto, troppo stanca anche per leggere. Ho tante idee e progetti lasciati a metà….La prossima settimana, però, avrò il tempo di riorganizzarmi. Resterò a casa, ma non per un buon motivo….Ieri abbiamo avuto la notizia che una compagna di classe di mio figlio è risultata positiva al Covid, sicché i bambini sono in quarantena. Noi genitori e i fratelli, secondo le linee guida della Regione, potremmo uscire, ma per precauzione non lo faremo, men che mai andare dai nonni, che sono i soggetti più a rischio. Ho prenotato il tampone per il 22 febbraio, per cui fino ad allora reteremo a casa. La cosa non mi dispiace affatto. Amo stare a casa, soprattutto in questi giorni in cui fa freddissimo ( già, oggi stiamo aspettando la neve qui!). E’ il momento di stabilire una nuova routine quotidiana, in cui riuscire a ritagliarmi lo spazio per scrivere e per i miei lavoretti! Se sono preoccupata per il Covid? Non particolarmente. La scuola ha rispettato tutti i protocolli e noi genitori siamo stati molto attenti. I bambini hanno rispettato le distanze, indossato le mascherine, sono seduti in banchetti singoli e tengono le finestre aperte. Credo sia molto improbabile che i bambini si siano contagiati, per cui siamo tranquilli, fermo restando che prenderemo tutte le cautele e precauzioni del caso. Intanto da oggi riprendo ad uncinettare e a godermi il calduccio e l’intimità della mia casa. Se poi questo freddo volesse anche regalarci una bella nevicata, sarebbe il top, in questo invernale fine settimana in quarantena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...