Amigurumi · Il cestino dei lavori

I capelli delle bambole all’uncinetto, come piacciono a me

Uno dei mie maggiori difetti, è che sono una perfezionista.

Quando faccio qualcosa, non sono mai soddisfatta del risultato finale, per cui lo rifaccio ancora e ancora, fino a quando non mi sembra perfetto.

Sembra, perchè un lavoro fatto a mano non sarà mai perfetto, anzi, la sua bellezza sta proprio nelle imperfezioni che lo rendono unico.

Questo perfezionismo, mi rallenta molto nel fare le cose, ma allo stesso tempo mi spinge sempre a trovare soluzioni differenti alle situazioni che non mi piacciono.

Ad esempio, per fare il mio cartamodello della bambola Lily, ho provato tanti tipi di parrucche con i capelli lunghi diverse, ma in ognuna trovavo qualcosa che non mi convinceva.

Ho comprato cartamodelli, ho seguiti tutorial vari, e alla fine, mettendo insieme quello che ho imparato, ho ottenuto un risultato che mi soddisfa.

Il punto è che a me piacciono le bambole capellone e non volevo che in qualche modo, potesse rimanere scoperta la testa.

Ci ho lavorato per un paio di mesi. Ho fatto e rifatto parrucche.

Un tutorial a cui mi sono ispirata è questo:

https://youtu.be/KFCgtj_-bio

Almeno per quanto riguarda la base della parrucca, con le modifiche che ho ritenuto necessarie, ovviamente.

Ed ecco il risultatto finale della parrucca per la mia Lily:

Una folta chioma scalata e mossa sulle punte, proprio come piace a me!

Lo scrigno

Catenelle con il cuore

Tra il 2014 e il 2015, avevo una collega che condivideva con me la passione di creare collane e bracciali. Avevamo scovato un negozietto che vendeva attrezzature e materiali per bigiotteria e, spesso, dopo il lavoro, ci trattenevamo lì per ore, scegliendo pietre, cristalli, fili, chiusure.

Avevo accantonato questa passione, per motivi di tempo, ma ora che ne ho anche troppo, ho scoperto di avere uno scatolone pieno di materiale inutilizzato.

Perché non riprendere il discorso, conciliandolo con l’uncinetto? Ed ecco che è nata lei, con cristalli, perline di pasta di corallo e madreperla e pasta polimerica che avevo lì, inutilizzata, nuova zecca. Lavorata all’uncinetto e ciondolo fatto a mano.

Il cestino dei lavori

Un fiocco di neve in un freddo pomeriggio invernale

Fiocco di neve- schema gratuito

Fa davvero freddo oggi e mezza Italia è coperta di neve.Qualche anno fa, ha nevicato anche qui. Ci siamo svegliati una mattina ed abbiamo trovato una meravigliosa sorpresa: una coltre di neve ricopriva i tetti, il cortile, le strade. I fiocchi di neve turbinavano nell’aria e tutto era immerso in un silenzio magico. Quando ha smesso di nevicare, siamo scesi in giardino ed abbiamo costruito un pupazzo di neve, abbiamo giocato e passeggiato in quella luce quasi irreale.

Da allora, ogni anno, Marco mi chiede: “Mamma, non sarebbe bello se nevicasse?”. Sì, lo sarebbe, quest’anno più che mai. Siamo chiusi in casa e attendiamo le vacanze natalizie con malinconia, visto che le trascorreremo a casa, pensando ai nonni da soli. Ci vorrebbe un pizzico di magia, qualcosa che possa farci sentire un po’ di più l’atmosfera natalizia.

Qui è davvero difficile che accada e allora perché non farli noi i fiocchi di neve? Con un pizzico di oro e d’argento come quelli veri, mentre volteggiano in aria prima di posarsi a terra.

Ecco lo schema che ho seguito ed il risultato

Li userò come decorazioni per l’albero o ne farò una ghirlanda. E avremo la nostra piccola cascata di fiocchi di neve, senza smettere di sperare nella magia di quelli veri.